Weiweismi [Einaudi, 2013]: la libertà di essere Ai Weiwei

Ai Weiwei è un artista cinese noto perché ha collaborato alla realizzazione dello stadio di Pechino (il Nido). Lo Stato cinese ha censurato il suo blog, lo ha rinchiuso in carcere per 81 giorni (con l’accusa di frode fiscale), lo controlla: nonostante tutto, Ai Weiwei continua la sua attività.

Annunci

Ai Weiwei è un artista cinese noto perché ha collaborato alla realizzazione dello stadio di Pechino (il Nido). Lo Stato cinese ha censurato il suo blog, lo ha rinchiuso in carcere per 81 giorni (con l’accusa di frode fiscale), lo controlla: nonostante tutto, Ai Weiwei continua la sua attività.

Ai-Weiwei-0071
I-071-AiWeiWei_rgb-731x1024 In principio c’era Confucio.
Poi vennero i pensieri del presidente Mao.
E ora gli «improvvisi» di Ai Weiwei.

Weiweismi sono una serie di riflessioni tratte dal blog, da interviste, da tweet (@aiww), sul governo, sulla Cina, sulla libertà e sul ruolo della rete!

Sul suo sito (www.aiweiwei.com) si trovano canzoni, informazioni, video.

Per Ai Weiwei, la libertà d’espressione è uno sforzo quotidiano condotto su Twitter, sui media globali e nel lavoro artistico. La sua posizione politica, la sua vita, la sua arte e quanto comunica per via digitale rappresentano un amalgama, un continuum. «Tutto è arte, – ha scritto. – Tutto è politica».

Dall’Introduzione di Larry Warsh e J. Richard Allen

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...