Gli stranieri sono risorse, non numeri

I dibattiti, molto strumentali, della politica indignata di questi ultimi giorni molto spesso non tengono conto dei numeri e c’è chi dà fiato alle trombe tanto per soffiare. Provo allora a strumentalizzare le strumentalizzazioni ed a portare all’estremo la tesi che dice “gli stranieri sono una piaga per la nostra società, quella italiana […] Gli stranieri insomma sottraggono risorse agli italiani e soprattutto vivono da parassiti.” FALSO!

Annunci

integrazione

I dibattiti, molto strumentali, della politica indignata di questi ultimi giorni molto spesso non tengono conto dei numeri e c’è chi dà fiato alle trombe tanto per soffiare. Provo allora a strumentalizzare le strumentalizzazioni ed a portare all’estremo la tesi che dice “gli stranieri sono una piaga per la nostra società, quella italiana […] Gli stranieri insomma sottraggono risorse agli italiani e soprattutto vivono da parassiti.” FALSO!In un bell’articolo di oggi (10/10/13) su Il Corriere (Se lo straniero se ne va, il Fisco italiano piange) Alessandra Coppola ci mette di fronte ad una triste realtà alla quale non tutti pensano (l’eccezione è stato Maurizio Landini nella puntata serale di Servizio Pubblico):

Se gli stranieri se ne vanno, le casse dello Stato s’alleggeriscono. La Fondazione Leone Moressa, nel nuovo Rapporto sull’economia dell’immigrazione, lo ha tradotto in cifre: meno 32mila lavoratori romeni o marocchini nel 2011 uguale 86.898.000 di euro di Irpef che non ci sono. (continua su Il Corriere)

Ed i grafici parlano chiaro, più di tante parole:

stranieri

Purtroppo chi attacca gli stranieri che passano sul suolo italiano cerca sempre di affibbiare loro un’etichetta o esprime un giudizio, come sempre sommario e parziale.

Dimentica invece che ‘stranieri’ sono persone diverse da noi, dai noi di oggi, perché costrette a fuggire dalle loro terre d’origine per sfuggire a fame, stenti e guerre.

Gli stranieri sono persone.

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...