L'etica svizzera del «12»

Mentre siamo impaludati nella melma della recessione, del Dio denaro che detta gli impegni e le dichiarazioni di intenti, la Svizzera, così conservatrice, ci dà uno schiaffo morale e dà l’avvio alla finanza etica!

Annunci

mucca

Mentre siamo impaludati nella melma della recessione, del Dio denaro che detta gli impegni e le dichiarazioni di intenti, la Svizzera, così conservatrice, ci dà uno schiaffo morale e dà l’avvio alla finanza etica!A raccontarcelo è Massimo Giannini, sull’inserto economico de La Repubblica nel pezzo intitolato La Svizzera ci dà lezioni di equità (anche online):

gianninidomenica prossima, 24 novembre, accadrà in Svizzera un evento per molti versi «rivoluzionario». I cittadini della ricca Confederazione elvetica saranno chiamati a votare un referendum per la modifica della Costituzione secondo il principio «1 a 12». Nessun manager, cioè, potrà avere nella sua azienda una retribuzione mensile superiore a quella che i dipendenti meno pagati della stessa azienda guadagnano in un intero anno. L’esito del voto popolare dovrà comunque essere ratificato da un voto del Parlamento federale. Ma se il referendum passasse sarebbe una svolta epocale. Non solo per la Svizzera, dove il rapporto tra salario minimo dei dipendenti e stipendio massimo dei manager è lievitato da 1 a 6 nel 1984 a 1 a 43 nel 2011, e dove nel 2012 alla Roche l’ad Severin Schwan (con una retribuzione di 15,7 milioni di franchi) ha guadagnato 261 volte lo stipendio del dipendente meno pagato del gruppo. Sarebbe una lezione storica per l’intero pianeta. Soprattutto perché, ad impartircela, non sarebbe la Corea del Nord taglieggiata dai feroci epigoni del socialismo reale, ma la civilissima Svizzera nobilitata dai laboriosi gnomi del capitalismo globale.

Chiaro che si tratta di un progetto, di un tentativo di legge, eppure contiene un germe metodologico che deve far riflettere, perché è giusto e doveroso fare della finanza etica, del capitalismo etico. Si tratta quasi di ossimori, eppure è una visione che oggi è diventata fondamentale.

 

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...