Un minimo di vergogna

Ho provato a non parlarne però adesso che si sta avverando penso sia davvero troppo.
In questo momento la nostra Repubblica e la nostra democrazia ha due potenziali assassini: Matteo Renzi e Giorgio Napolitano. Chi l’avrebbe mai detto …

Annunci

20140113_c5_renzi-napolitano-quirinaleHo provato a non parlarne però adesso che si sta avverando penso sia davvero troppo.
In questo momento la nostra Repubblica e la nostra democrazia hanno due potenziali assassini: Matteo Renzi e Giorgio Napolitano. Chi l’avrebbe mai detto … Sull’ipocrisia e la falsità del primo c’è poco da dire se non che finalmente è venuto allo scoperto. Peccato però che l’abbia fatto nel momento meno opportuno: c’è una lieve crescita, un governo sufficientemente stabile … invece in poco più di 2 mesi (eletto segretario l’8 dicembre 2013) è riuscito a dire tutto ed il contrario di tutto, a rallentare i lavori di un governo già lento ingolfandolo con l’Italicum che -secondo alcuni sondaggi- oggi consegnerebbe l’Italia di nuovo a Forza Italia, ha fatto accordi con Berlusconi e seminato zizzania nel suo partito, infine ha fatto lo sgambetto a Letta e gli sta per scippare la poltrona di Palazzo Chigi.
‘Sto Renzi è un po’ bischero!

Il secondo invece dovrebbe soltanto dimettersi, per pudore, per necessità: il suo mandato, infatti, era legato alle sorti dell'”esecutivo Letta”, come dichiarato al momento dell’accettazione. Oramai Letta ha gettato la spugna, dovrebbe farlo per coerenza (esiste ancora come virtù?) anche il Presidente della Repubblica.

Ci sono quindi in coda tre brevi considerazioni da fare, più urgenti di altre:

  1. siamo riusciti a fare di Silvio Berlusconi l’ultimo premier eletto, lui che è stato condannato ed è stato protagonista di un ventennio di governo dove mancava soltanto che si macchiassero di rapina a mano armata, poi li abbiamo eletti tutti. Non io, non tu … ma allora chi? Insomma, vedere Berlusconi che ancora non è in carcere o agli arresti domiciliari, che ancora non è stato interdetto dai pubblici uffici, ma sale al Quirinale è troppo. È uno schiaffo a tutte le motivazioni di voto possibili ed immaginabili. Che faccia accordi (neanche tanto sotto banco) con Renzi già era un segno premonitore di dove sarebbe andato a finire il PD ed il governo. Ma vedere adesso
  2. i grillini hanno poco da strepitare: sono parte responsabile di questa decadenza, perché se avessero accettato senza pregiudizi un governo con Bersani quando è stato loro proposto, invece di dare retta al “Grande Burattinaio” altrettanto condannato, oggi forse parleremmo d’altro e non della nuova DC!
  3. qual è il piano di questo nuovo esecutivo nascituro? Se è il Jobs Act allora andiam bene … se significa far tornare Ichino, piazzare una serie di hiuppies rampanti (Baricco?), apprendisti politici di successo nel mondo civile, allora andiamo ancora meglio.

E se andassimo al voto? Non è possibile perché l’Italicum è ancora incompleto … ci toccano allora Renzie e gli Happy days!!!

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...