A bocce ferme

Matteo Renzi continuerà la sua politica autarchica, che non solo ha segnato e sta segnando la fine della concertazione, ma per certi versi ha rinverdito i fasti del Ventennio, per modalità e populismo

Annunci

featured-forumUn’analisi a freddo della tempesta delle recenti elezioni, è sicuramente superflua se condotta con dovizia di dietrologia.
Mi interessa invece fissare alcunei punti, che sottopongo al vostro commento.

1) Chi ha veramente vinto? L’unico vincitore è Matteo Renzi, non il PD! Sembra ovvio, ma proviamo a riflettere sui dati. Il PD passa da 25% a 40%, notevole! Con un balzo di 15%, ma si tratta in realtà di un voto poco di sinistra e molto di centro. L’infilata di questo PD è certamente in linea con il progressivo avanzamento della Destra (in alcuni casi ultranazionalista e xenofoba) in tutta Europa, dalla Francia all’Inghilterra. Il flusso di voto ci dice che il 10% in più del PD viene sostanzialmente foraggiato da una parte del -6% del PDL (già in calo di 15% fra europee 2009 e politiche 2013, 21%) e il -7% di Scelta Civica.
Chi ha votato ha votato il fumo e gli annunci: cosa ha fatto ad oggi il governo Renzi? Poco e quel poco non è positivo (penso al pasticcio della TASI; alla depenalizzazione del piccolo spaccio, la circolare sui permessi; i 44 punti di riforma della PA!?!? …) Ha vinto la politica degli 80 euri …

voto-urna2) Il M5S dov’è confluito? Il -2% del M5S difficilmente è confluito nel PD. Per lo più si sono astenuti!

3) A sinistra – La lista della cosiddetta sinistra radicale, “Un’altra Europa con Tsipras” ha conquistato il 4%, superato lo sbarramento e portato 3 parlamentari in Europa. Possiamo dire che è una vittoria??

Cosa succede adesso? Succede che forte del consenso, Matteo Renzi continuerà la sua politica autarchica, che non solo ha segnato e sta segnando la fine della concertazione, ma per certi versi ha rinverdito i fasti del Ventennio, per modalità e populismo

 

Per i dati, cfr. l’analisi dell’Istituto Cattaneo di Bologna

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

1 thought on “A bocce ferme”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...