La Buona Scuola che non c'è

Al momento alle Scuole manca un organico adeguato ai bisogni didattici e di funzionamento quotidiani, dove per organico si intende quello docente e quello non docente: la legge di Stabilità prevede infatti dei tagli che renderanno più complessa la gestione della sorveglianza e della pulizia, ma anche dei servizi alle utenze e della gestione dei laboratori.

Annunci

scuola1615_imgAll’alba del prossimo consiglio dei ministri, che dovrebbe finalmente partorire i decreti legati alla realizzazione della Buona Scuola, le ombre al momento sono più consistenti delle luci.

La scelta demagogica di puntare tutto sullo spot dell’assunzione dei precari è un atto dovuto, prima ancora che una mossa strategica. Dietro di fatto non c’è una nuova idea didattica e pedagogica di Scuola, bensì la condanna della corte di giustizia europea nei confronti dell’Italia che ha ‘abusato’ di contratti a termine per quelle persone che per anni -in situazione di incontrastato precariato- hanno fatto funzionare le Scuole italiane. Solo la FLC e la CGIL hanno ritenuto doveroso continuare questa battaglia di giustizia, ed il 26 novembre scorso hanno avuto ragione anche in Europa. Peccato che il quadro oggi, proprio dopo quella sentenza, sia diverso rispetto alle premesse della Buona Scuola: gli abilitati con più di 36 mesi di servizio sono quasi il doppio dei 150.000 previsti dal governo, che neppure si è preoccupato di considerare la stabilizzazione del personale non docente (ausiliario, tecnico ed amministrativo) che da anni lavoro da precario nelle nostre Scuole.

Così come sarebbe doveroso il puntuale pagamento degli stipendi e dei TFR dei supplenti, cosa che oggi accade molto raramente. Non è questo un fattore di qualità, di Buona Scuola?

Al momento alle Scuole manca un organico adeguato ai bisogni didattici e di funzionamento quotidiani, dove per organico si intende quello docente e quello non docente: la legge di Stabilità prevede infatti dei tagli che renderanno più complessa la gestione della sorveglianza e della pulizia, ma anche dei servizi alle utenze e della gestione dei laboratori.

La kermesse in pompa magna del 22 febbraio ha sottolineato tutte le crepe di una riforma senza un disegno vero di riforma, con idee deboli e -quelle forti!- scippate ad altri (pensiamo al fatto che l’organico funzionale è un’idea portata avanti dalla FLC CGIL fin dal 2010 e che l’ultima del 5 per mille a favore delle Scuole è nelle “32 proposte” della FLC CGIL che però propone un sistema di canalizzazione centralizzato con una ripartizione equa su tutte le Scuole, non un sistema di donazione discriminatoria alla singola scuola prescelta).

Cosa possiamo auspicare per una Buona Scuola?

Che si parli di rinnovo contrattuale per definire carriera e professionalità della Scuola e per restituire dignità agli stipendi dei lavoratori e delle lavoratrici della Scuola; che si parli finalmente di organico funzionale e di tempo pieno, non per fare cassa, ma perché c’è un disegno pedagogico dietro. Che di valutazione si parli non per graduare, ma per migliorare; che si parli di contesti di lavoro, di valorizzazione del lavoro d’aula, di valorizzazione delle professionalità della Scuola attraverso formazione obbligatoria retribuita; che si parli di reclutamento e formazione del personale docente e non docente attraverso procedure di selezione condivise e finalizzate al lavoro nella Scuola.

Che al centro del progetto Scuola ci siano l’alunno ed il personale della Scuola, con pari diritti e possibilità.

Questa non sarebbe una Buona Scuola, sarebbe una Scuola Giusta.

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...