Cosa succede in Senato con la Riforma “Buona Scuola” – visti da Mineo

Non è facile capire cosa sta succedendo in Senato. Ecco perché mi pare quanto mai opportuno fare riferimento ad una ‘fonte diretta’, il senatore Corradino Mineo (PD)

Annunci

corradino mineo visto da vincinoNon è facile capire cosa sta succedendo in Senato. Ecco perché mi pare quanto mai opportuno fare riferimento ad una ‘fonte diretta’, il senatore Corradino Mineo (PD) che -sulla sua pagina di Facebook- pubblica questa riflessione, sufficientemente articolata per farsi un’idea dell’iter del DDL cosiddetto della Buona Scuola.

SCUOLA, LA RIFORMA POTREBBE SLITTARE DI UN ANNO

Evito di intervenire in merito, leggete la valutazione di Corradino Mineo e ognuno tragga le proprie conclusioni.

Il problema non riguarda la scuola è un problema politico, il ddl 1934 ha solo messo in evidenza la grossa crisi di un partito che si richiama a valori riformisti ma che con la segreteria Renzi ha rinunciato al socialismo democratico per abbracciare il neoliberismo anglosassone. … Altro…
Corradino Mineo ha scritto una nuova nota: Scuola, perché la legge si sta impantanando.
Scuola, perché la legge si sta impantanando.

“Scuola, la riforma potrebbe slittare di un anno”. È il titolo con cui oggi apre la Stampa. Scrive Marcello Sorgi: “o Renzi rinuncia a punti qualificanti della riforma, o in Senato non avrà i numeri per farla passare. Ecco perché il premier sta valutando se rinviare tutto di un anno, comprese le assunzioni dei precari che alcuni dei suoi oppositori interni vorrebbero varare come stralcio”.

Ringrazio Sorgi perchè almeno accenna alla via d’uscita che Tocci e io proponiamo al governo: approvazione immediata delle assunzioni promesse, esame più attento -che potrebbe comunque concludersi entro l’estate- del resto della legge. Ma non solo per questo è falsa la vulgata giornalistica secondo cui tutti i guai verrebbero a Renzi dai renitenti del Pd.

In verità l’iter della legge si è impantanato a causa delle tensioni nella maggioranza. L’avviso di garanzia per il Cara di Mineo, consegnato al sottosegretario Castiglione, ha indotto un paio di senatori NCD a non presentarsi in Commissione Affari Costituzionali lasciando che il parere fosse respinto. Castiglione è il tesoriere dei voti siciliani senza i quali il partito di Alfano non sarebbe. Inoltre la Commissione Cultura sta aspettando -e perciò ha sospeso i lavori fino a martedì- il parere della Bilancio, di cui, guarda caso, è presidente quell’Azzolini (sempre NCD), su cui pende un mandato d’arresto della Procura di Trani. Un terzo motivo di rinvio, potrebbe venire dall’orgoglio e dalle attese di carriera di taluni estensori della legge. Troppe modifiche al testo e costoro perderebbero la faccia, rischiando una retrocessione.

Che fare? Innazitutto votare l’ordine del giorno Tocci che dà mandato ai relatori -Puglisi, Pd, Conte, NCD- di portare subito in aula, per l’approvazione, le centomila assunzioni, che in realtà potrebbero diventare, senza esborsi aggiuntivi, addirittura 138 mila. In secondo luogo, nel caso non favorevole in cui l’ordine del giorno fosse respinto, l’intero movimento del 5 maggio potrebbe pretendere almeno 57 mila assunzioni sui posti fissi vacanti. Provvedimento per cui non serve la legge e che il governo sarebbe tenuto a emettere.

Infine potrebbe essere suggestivo se sindacati e associazioni, che nel fuoco della battaglia hanno sperimentato una larga unità, decidessero di convocare gli Stati Generali della Scuola. Che formazione serve ai nati nel terzo millennio? Quale ruolo per la scuola pubblica? Valutazione degli insegnanti sì, ma affidata a personale qualificato e competente (non al dirigente scolastico, da solo o coadiuvato da estemporanei soviet di insegnanti genitori e studenti). Ancora, rilanciare diritto allo studio e legge di parità (borse di studio anziché regalie fiscali).

Probabilmente il semplice annuncio, ma solenne e credibile, di una tale iniziativa basterebbe a scoraggiare chi davvero stesse pensando a un aut-aut. Niente deleghe, poteri al dirigenti, contratti triennali? Allora niente soldi per la scuola nè assunzioni dei precari.

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...