L’ora di coding come l’ora d’inglese

Studiare a scuola come programmare (coding) permette di acquisire competenze trasversali per tutte le materie?

Annunci

Anche Stefania Giannini ha sottolineato come la programmazione (coding) non sia da intendersi come una materia per specialisti, ma una competenza trasversale, che serve ai bambini indipendentemente da quello che decideranno di fare nel futuro.

Il ministro l’ha chiamata “rivoluzione epistemologica” della scuola: “Abbiamo alcuni stereotipi da abbattere – ha detto nel suo intervento nella Sala della Regina della Camera – la programmazione non è solo per gli ingegneri, ma deve essere per tutti. Si tratta dell’acquisizione di una nuova modalità di pensiero logico”. Per la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, portare la programmazione tra i banchi è importante quanto la diffusione delle lingue straniere : “I nostri genitori ci dicevano di imparare l’inglese o il francese – ha detto Boldrini –  ma le cose non sono alternative: a una figlia che inizia oggi le elementari direi di studiare sia le lingue straniere sia la programmazione”. 

Fonte: SturtupItalia

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...