MiurSocial ed altre baggianate: l’effetto lungo dell’Olimpiade

Giannini e MiurSocial annunciano investimenti sull’attività sportiva nelle scuole. Era ora! Però evitiamo propaganda e strumentalizzazioni sulle olimpiadi

Annunci
miursocial e giannini

L’effetto lungo dell’Olimpiade si vede nella propaganda via Twitter del ministro Stefania Giannini e del @MiurSocial.

Appena si chiudono le Olimpiadi, anzi nel pomeriggio di domenica, durante la partita dell’Italia di volley, il ministro della Pubblica Istruzione rimbalza un tweet del Miur e comincia a decantare le lodi dei progetti che saranno…

//platform.twitter.com/widgets.js

Visti i disastri sociali ed organizzativi della Buona Scuola, Dio ce ne scampi!
In ultimo l’enorme ritardo accumulato dalla procedura del concorso docenti 2016, l’anarchia della “chiamata per competenze” e la confusione ad arte sul personale ATA (non docente).

Però quello che più colpisce è la sfrontatezza con la quale si usa il successo olimpico per propagandare qualcosa che ancora non è stato costruito e progettato (già, non basta dare soldi: ci vogliono strutture, competenze e visione di un progetto ad ampio respiro, non di un tampone…)

Anche in questo l’Italia è indietro: non tanto nei risultati OCSE-Pisa / Invalsi (sulla cui validità didattica si può discutere tutta una vita senza approdare a nulla), quanto sulla capacità di gestire all’interno delle Scuole attività formative e sociali importanti come lo sport, come l’arte, come la cittadinanza attiva. Anche contro l’abbandono scolastico.

Fermo restando che l’Italia continua a vestire la maglia nera degli investimenti sulla Scuola, la stessa concezione di Sport a scuola con sole 2 ore a settimana di attività motoria, è certamente deludente ed inadeguata. Stati Uniti, Gran Bretagna e Cina (per citare le prime tre nazioni del medagliere olimpico) hanno fatto da anni dello sport un volano sociale fondamentale per la crescita soprattutto delle generazioni di disagiati: in tutti i Paesi (ex- e post-) comunisti, Cuba in testa, lo Stato si fa carico dell’educazione fisica dei suoi cittadini sovvenzionando non solo gli studi ma anche l’attività sportiva e artistica.

Su questo fronte ci sono state anche proposte di legge, ma il dato più eclatante è quello presentato proprio ieri, domenica 21/8, da Il Sole 24 ore che ha incrociato il medagliere con la popolazione ed il Pil delle nazioni mondiali:

medagliere pilAl di là di Grenada, Corea e Giamaica, l’Italia è ben dietro la Gran Bretagna e la Francia che pure la precedono nel medagliere (la Russia non può essere valutata considerata la squalifica degli atleti per doping).

Caro ministro, bene gli interventi in ambito sportivo soprattutto se legati alla Scuola: lo stiamo aspettando dal 2014 e sarebbe buona cosa cominciare a ragionarci seriamente.

Male, anzi malissimo, invece l’accostamento fra successi olimpici e sport: almeno una volta non strumentalizziamo trasformando tutto in propaganda!

Ecco qui le mie risposte a caldo …

//platform.twitter.com/widgets.js

//platform.twitter.com/widgets.js

Autore: Massimiliano De Conca

Insegnante, filologo, curioso …. penso che ci siano dei momenti in cui sia giusto presentarsi in prima persona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...