sopra e dentro di me

Immanuel Kant

Annunci

Monti – Camusso e la storia della democrazia etica!

Monti ha rivendicato i passi in avanti in settori “nei quali la tradizione italiana era di debolezza e non di forza; in particolare è stato fatto un rilevantissimo progresso nel disavanzo pubblico, nel percorso verso il pareggio di bilancio nel 2013”. Il presidente del Consiglio è quindi tornato a parlare della “fase drammatica” che sta attraversando il Paese, avvertendo che “la drammaticità non dovrebbe uscire troppo rapidamente dalla nostra memoria”. E in questo senso ha voluto rimarcare il suo pensiero: “Esercizi profondi di concertazione in passato” con le parti sociali “hanno generato i mali contro cui noi combattiamo e a causa dei quali i nostri figli e nipoti non trovano facilmente lavoro”.

Susanna Camusso: “Credo che non sappia di cosa sta parlando. Vorrei ricordargli che l’ultima concertazione nel nostro Paese è quella del 1993. Un accordo che salvò il Paese dalla bancarotta, con una riforma delle pensioni equa, al contrario di quella fatta dal suo Governo”. Di più: “Le lezioni di democrazia sono sempre utili. Le rappresentanze sociali sono elette e misurate sulla base del consenso. Prendere lezioni di democrazia da chi è cooptato e non si è misurato col voto è un po’ imbarazzante per il futuro democratico del Paese. Farlo nella platea delle banche e degli interessi bancari nella crisi meriterebbe una riflessione”.